ITALY Sotto la paritĂ  il...
Il comparto del commercio in Italia si muove nella giornata odierna con un timido segno meno, in...
Testo www.lastampa.it
20/01/2022 - 3 Visualizzazioni
ITALY Sotto la paritĂ  il...
Il comparto del commercio in Italia si muove nella giornata odierna con un timido segno meno, in...
Testo www.borsaitaliana.it
20/01/2022 - 1 Visualizzazioni
ITALY Last post of the...
Last post of the Artifact by Superga ® collaboration with three Italian actors Italian actor...
Testo BasicPress.com
19/01/2022 - 43 Visualizzazioni
ITALY Ultimo post della...
Ultimo post della collaborazione Artifact by Superga ® con tre attori italiani Mercoledì 19...
Testo BasicPress.com
19/01/2022 - 13 Visualizzazioni
ITALY L'eleganza di Nino...
Il ricordo L'eleganza di Nino Cerruti maestro di stile e innovazione di Marco Boglione* ...
Testo La Repubblica - Edizione Torino  | Marco Daniele Boglione
18/01/2022 - 30 Visualizzazioni
ITALY Photo gallery / FW 2022...
On Monday 17 January K-Way ® returned to Milano Fashion Week’s (14-18 January) catwalk with its...
Immagine K-Way
17/01/2022 - 68 Visualizzazioni
ITALY Milan Fashion Week: FW...
On Monday 17 January K-Way ®  returned to Milano Fashion Week’s (14-18...
Video K-Way
17/01/2022 - 49 Visualizzazioni
ITALY Moda (0,0%) – In...
Nella scorsa ottava Ftse Italia Moda in parità facendo comunque meglio del corrispondente...
Testo www.marketinsight.it
17/01/2022 - 2 Visualizzazioni
ITALY Le scarpe Sabelt con...
Prendi le scarpe da competizione indossate da assi della Formula Uno del calibro di Eddie Irvine o...
Testo Il Sole 24 Ore - Il Sole 24 Ore Nord Ovest  | Mauro Pianta
02/07/2001 - 83 Visualizzazioni


L’orto? Sul tetto dell’azienda
La Stampa - Edizione Torino 09/06/2012 pagina 71 
Autore: Mauro Pianta


visualizzazioni  983
facebook
Print

Il signor "Robe di Kappa" tra ulivi, melograni e nespoli con l'insalata idroponica

Nella zona verde, quasi 1400 metri quadrati, tra fiori e orto non ci sono panchine. Non mancano invece canti di usignoli e musica classica da altoparlanti minuscoli - Unico cruccio: "Non ci hanno dato la possibilità di avere anche una mucca"

Nessuna concessione alle rarità esotiche, molta funzionalità, efficienza, sensibilità ecologica e guizzi tecnologici. A guardarlo bene il giardino pensile che Marco Boglione ha fatto realizzare all’ultimo piano del suo «villaggio» in corso Regio Parco (un vecchio complesso industriale recuperato e divenuto laboratorio di futuro), riflette molte caratteristiche di BasicNet, l’azienda fondata dall’imprenditore torinese e proprietaria dei marchi Kappa, Robe di Kappa, Superga, Jeans Jesus e K-Way. «Ci troviamo - spiega Boglione - in un immobile storico, la sede dell’ex Maglificio Calzificio Torinese che ho rilevato nel 1994. Potevo vendere l’edificio, invece ho preferito recuperarlo per custodire una una certa vocazione industriale. E l’ho trasformato nel BasicVillage, un villaggio globale di comunicazione e produzione, che include uffici, megastore, lavanderia, agenzia di viaggio, ristorante e perfino casa mia. Insomma, qui siamo in fabbrica e il roof garden esprime la fabbrica. Ha notato che non ci sono panchine?». In effetti nei quasi 1400 metri quadri di terrazzo verde, di panchine non c’è traccia. A corroborare i sensi c’è però l’incanto di rose, peonie, orchidee. Tra i bonsai ecco il cedro libanese, il bosso, il fico. E poi alberi, tanti alberi: ulivi, melograni, ciliegi, meli, peri, fichi, nespoli, noccioli tortuosi. Non manca l’insalata in coltura idroponica, coltivata senza terra ma con un substrato inerte. Passeggiare tra i vasi e le serre sul tetto del «villaggio», può voler dire anche imbattersi in canti di usignoli mescolati con musica classica diffusi attraverso minuscoli altoparlanti. Ma c’è un elemento esotico, una rarità, una «star» fra le piante di casa Boglione? Qui la parola passa a Stella Lin Hung, moglie dell’imprenditore e vera anima del giardino: «Assolutamente no - chiarisce - al massimo potrà trovare un cavolo cinese, perché io vengo dalla Cina, o l’erba di San Pietro proveniente da Albenga, ottima per le frittate. L’albero a cui tengo di più è un melo regalatomi da Marco quando otto anni fa è nata nostra figlia, Maria. Il nostro roof garden è cominciato così…». Certo è che è impossibile affacciarsi dal terrazzo e non accusare il contrasto tra la bellezza curata del luogo e quei grappoli di case da quartiere operaio costruite negli anni Cinquanta. «Invece - osserva Marco Boglione - trovo quel contrasto carico di fascino. Adoro il panorama della collina, di Superga, della Mole e delle Alpi. Eppure mi piacciono tanto quei tetti, la ciminiera. Spesso racconta - parlo con le persone che abitano in quelle case, urlando dal mio terrazzo. Loro mi chiedono sempre come stanno le rose…». Nel tesoro verde di casa BasicNet c’è posto anche per una decina di galline. Boglione voleva portarsi sul tetto anche una mucca, ma la burocrazia si è messa di traverso. «Sono affezionato a questo giardino - conclude - qui giocano i miei figli, qui ho fatto telefonate di lavoro lunghissime e decisive». Qui il «visionario» seminatore d’idee, urla dai tetti. E pazienza per la mucca.



idmedia: 107899

Download
Immagine Bassa Risoluzione 40 Kb
Immagine Formato Originale 1,913 Kb
Immagine Media Risoluzione 538 Kb
Commenta